Instituto Jacques Maritain do Brasil | LA STAMPA – ITALIA: MARITAIN, GLI SCRITTI DI GUERRA | Instituto Jacques Maritain do Brasil
2844
single,single-post,postid-2844,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,

LA STAMPA – ITALIA: MARITAIN, GLI SCRITTI DI GUERRA

30 mar 2014

jacquesmaritainJacques Maritain

Sarà presentato a Roma un libro di Papini che «si propone di far conoscere testi “minori”, inediti in italiano» del filosofo francese sul secondo conflitto mondiale

REDAZIONE
TORINO

L’Istituto internazionale Jacques Maritain e la Fondazione Italia-Usa presentano il volume “Jacques Maritain Scritti di Guerra (1940-1945)”, a cura e con introduzione di Roberto Papini (Collana universale Studium, 2013, pp. 384, 24,50 euro). «Una parte importante del pensiero politico di Jacques Maritain riguarda il periodo della seconda guerra mondiale e il suo esilio americano a Manhattan», scrivono i promotori, «Tre opere importanti – “I diritti dell’uomo e la legge naturale” (1942), “Cristianesimo e democrazia” (1943) e “Per una politica più umana” (1944) – sono ben note, mentre gli altri scritti, maggiormente incentrati sul conflitto allora in corso, lo sono assai meno». Ecco che il volume «si propone di far conoscere questi testi “minori”, inediti in italiano».

L’incontro di presentazione si terrà lunedì 31 marzo alle 18 nella “Sala del Refettorio” di Palazzo San Macuto (Camera dei Deputati), Roma; presiederà Lucio D’Ubaldo, presidente della Fondazione Italia-Usa, senatore della Repubblica nella XVI Legislatura; interverranno: onorevole Roberto Speranza, membro della commissione III (Affari esteri e comunitari) della Camera dei Deputati; Anne Wingenter, docente di History and Women’s Studies presso il John Felice Rome Center, Loyola University of Chicago; Filippo La Porta, giornalista, scrittore e critico letterario; Gennaro Giuseppe Curcio, segretario generale Istituto internazionale Jacques Maritain, docente di Filosofia morale, Università degli Studi di Roma Tre e Istituto teologico della Basilicata.